Progetto - All Sailing

Vai ai contenuti

Menu principale:

Progetto

 
 
 
 
 
 

La barca a vela è un vero “strumento” di aggregazione ed integrazione attraverso la formazione di equipaggi misti, di disabili e non.
Ogni anno si tengono molte competizioni nazionali ed internazionali di questa disciplina, che necessita la conoscenza delle manovre, l’utilizzo dello spinnaker, la programmazione della navigazione, oltre a tutte le tematiche per la sicurezza.
Le difficoltà e gli ostacoli propri della vita in barca possono diventare, così, occasioni di dialogo e comunicazione, di reciproca comprensione e di confronto tra “sportivi”.
L’esperienza della navigazione in barca a vela consente il raggiungimento di un doppio obiettivo: se da un lato viene offerta alle persone disabili la possibilità di accedere e vivere momenti ed emozioni normalmente preclusi, contemporaneamente la componente “normodotata” dell’equipaggio ha la possibilità di conoscere in maniera diretta la realtà e le difficoltà quotidiane dei propri compagni di navigazione.


 
 
 
 
 
 

Anche se siamo ancora in inverno, per chi non amasse sci e montagna (qui trovate info su corsi di vela per disabili) è utile iniziare a pensare già a qualche bella vacanzina da fare con la bella stagione. Fra poco arriverà la primavera con le sue giornate tiepide e serene, e poi l'estate, finalmente.
Per darvi modo di programmare al meglio le vostre vacanze estive, vi parliamo oggi di un'iniziativa nella riviera romagnola che coniuga il piacere di una vacanza fuori porta con il gusto di imparare un nuovo sport a contatto con la natura e la libertà: la barca a vela.
Perché la vela?
Per noi lo sport è un modo per favorire l’inclusione delle persone disabili. Abbiamo scelto la vela perché più di altri sport permette di imparare a lavorare in team. Ma mentre i ragazzi imparano a controllare la barca, devono mediare con la natura che è inaspettata e imprevedibile. Trovarsi in mezzo al lago con le vele al vento è emozionante.
Non ci piace parlare di vela-terapia. Rendere accessibile una barca non è per forza una medicina: è dare la possibilità a una persona disabile di svolgere un’attività ludica, per il puro piacere di farlo. Ecco cosa significa fare inclusione.

 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu